NOSTRE NEWS

Donne in ricerca di Dio nel Settecento viterbese

 

“Eccomi, Signore” …due voci, due volti

 

La comunità di “San Pietro” ha accolto al suo interno per sempre sr M. Maddalena della Risurrezione e sr Benedetta dell’Eucaristia il 29 aprile us. quando – durante l’Eucaristia celebrata da mons. Lino Fumagali Vescovo di Viterbo e rallegrata dai concelebranti: l’ab. dom Ildebrando Scicolone osb di Nicolosi (CT) e tanti preti amici (il cappellano, don Agostino; alcuni sacerdoti della nostra cittadina ed altri venuti da lontano) – hanno espresso il loro definitivo proposito di consacrazione monastica cui lo Spirito santo le ha mosse. Il cammino iniziato nella terra di Ecuador, loro patria, ora ha raggiunto una meta definitiva nella piena consapevolezza dell’atto, in loro e nei genitori presenti. Sr M. Maddalena e sr Benedetta hanno mostrato solennemente ai presenti la carta del loro impegno sottoscritto sull’altare, che nella tradizione però non è solo un tavolo, ma la mano del Signore che accoglie perché lì Lui si dona nel sacramento del Suo sacrificio. Sono state rivestite degli abiti solenni della loro nuova condizione ecclesiale – l’ampia cocolla, veste angelica; l’anello e la corona delle nozze con Cristo sposo – ; hanno cantato la loro volontà di unione assoluta con il Signore – “Accoglimi, Signore, secondo la tua parola…” – ; e la preghiera consacratoria le ha inondate di una speciale effusione di Spirito santo. Quindi l’abbraccio con la M priora e ciascuna consorella (non l’abbraccio di pace, ma un abbraccio riservato ad esse) ha dato visibilità al legame profondo che accomuna le monache nella vita fraterna in monastero. L’assemblea era attenta, il suono dell’organo e il coro dei seminaristi del «Verbo Incarnato» ha sottolineato le varie scansioni del rito. Sua Eccellenza ha richiamato il valore per la chiesa e l’umanità intera di tale consacrazione: infatti, la vita su questa terra non sazia la sete di eternità e il religioso, in specie la monaca di clausura, attesta che è possibile conoscere fin da ora quel Dio e trasformare la nostra quotidianità. Chi conosce Dio, infatti, sa essere accogliente e perdonare perché scopre di essere amato, accolto, perdonato per primo e grazie a questa esperienza attorno a lui le relazioni umane, anche per il suo impegno, diventano belle.

 

L’antivigilia della celebrazione le professe hanno ricevuto gli auguri affettuosi della Madre presidente del gruppo di monasteri cui appartiene quello di Montefiascone: M. Ester Stucchi, era in visita e ha condiviso un po’ del suo tempo con la comunità falisca. I due veli bianchi di sr M. maddalena e sr Benedetta, ora sono diventati neri, ma le benedettine hanno il noviziato aperto e abitato: ultima è arrivata Anna, che ha davanti a sé tutto il cammino di formazione da vivere.

 

La comunità ringrazia vivamente tutti coloro che hanno espresso la loro vicinanza con la preghiera e la presenza. Il clero presente, le suore del Divino Amore e le Maestre Pie, i fedeli laici di tutte le età – anche famiglie giovani con bimbi piccoli – ci hanno fatto vivere l’esperienza del popolo di Dio che cresce nella consapevolezza della sua identità celebrando l’amore di Dio e le sue esigenze, che non pesano, ma ci responsabilizzano, nella concretezza del vivere (in questo caso: nella vita di due sorelle). Tutti riuniti per due ore di celebrazione che sono passate in un soffio; tutti in cammino, ciascuno secondo la propria vocazione, verso il regno definitivo di Dio.

Le benedettine: vita fraterna in comune

1766-2016

250 anni

Maria Cecilia Baij,OSB

Sr. Benedetta dell’Eucaristia e Sr. M. Maddalena della Risurrezione

Madre Rita Bertoncin (Priora del Monastero di Tarquinia), Madre Maria Casulli (Priora del nostro monastero),  Sr. M. Maddalena della Risurrezione e Sr. Benedetta dell’Eucaristia. Dietro i genitori.

Le professe con Sua Ecc. Lino Fumagalli Vescovo di Viterbo e
l’ab. dom Ildebrando Scicolone osb di Nicolosi (CT)

Le professe con i loro genitori

Giornata di studio

29 giugno 2016

Solennità di San Pietro titolare del Monastero

Presiederanno  le sessioni di lavoro

 

Prof. Claudio Canonici

Ordinario di Storia della Chiesa ISSR di

Civita Castellana (Viterbo)

*

Prof. Luciano Osbat

Direttore CEDIDO di Viterbo

*

Ci onorerà della sua presenza il

Prof. Antonio Montanari Direttore

del Centro Studi di Spiritualità della

Facoltà Teologica di Milano

Sessione mattutina

 

Ore 9,15

Apertura  della Giornata di studio

 

Presiede: prof. Claudio Canonici,

Ordinario di Storia della Chiesa ISSR di Civita Castellana (Viterbo)

 

Ore 9,30-10,oo

Prof. Lorenzo Mancini, Pavia

 

 Lo Stato della Chiesa nel XVIII secolo: religione, politica, istituzioni e società. Il contesto storico di Maria Cecilia Baij

 

Ore 10,30-11,00

Sr. M. Pia Sammut, ocarm., Vetralla

 

San Paolo della Croce e

le carmelitane di Vetralla

 

Ore 11,30-12,00

Sr. Annamaria Valli, osbap, Montefiascone

 

Ischia di Castro: le maestre di Margherita Baciocchi e il Monastero dei Santi Filippo

e Giacomo

Sessione pomeridiana

 

Presiede: prof.  Luciano Osbat,

Direttore Centro Diocesano di Documentazione di Viterbo

 

Ore 15,15-15,45

Giancarlo Breccola, Montefiascone

 

Breve storia del Monastero

di San Pietro

 

Ore 16,00-16,30

Prof. Nadia Togni, Ginevra

 

Il catalogo delle cinquecentine e seicentine  del Monastero di S. Pietro e Maria Cecilia Baij

 

Ore 17,00-17,30

Prof. Umbertina Amadio, Viterbo

 

Le devozioni quotidiane in latino di

Maria Cecilia Baij

 

Casella di testo: Contatti

E-mail:
benedettineap.mf@gmail.com
benedettine.mf@libero.it 

Tel.:  0761.826066
Sito web:
www.monasterosanpietromontefiascone.com

Sarebbe gradita la segnalazione della propria partecipazione per motivi logistici entro e non oltre il 24 giugno.